Azioni sul documento

Inquadramento del settore lattiero-caseario

Nella nostra regione si possono annoverare circa 1800 aziende agricole attive nella produzione di latte, settore che, nella zona montana, rappresenta l’orientamento produttivo prevalente.

Il patrimonio delle vacche da latte in allevamento equivale a circa 43.000 capi per una quota latte regionale pari a circa 254.000 tonnellate.

Il settore lattiero-caseario contribuisce a più del 10% della produzione agricola regionale.

Di norma le aziende si caratterizzano per una struttura medio-piccola: circa 800 aziende, pari a quasi il 50% del numero totale, hanno una SAU compresa tra 20 e 30 ettari, con un numero di capi bovini per azienda compresa tra 25 e 65.

Il settore in questi anni ha subito e sta subendo una profonda riorganizzazione caratterizzata da una drastica diminuzione del numero di aziende a fronte di un sostanziale mantenimento del quantitativo totale di latte prodotto.

Le maggiori difficoltà del comparto derivano dalla progressiva riduzione del valore aggiunto per gli allevatori, con un prezzo del latte fresco al produttore in calo e costi di produzione in aumento, ed un calo dei prezzi del prodotto trasformato. 



Argomenti associati