Azioni sul documento

OLIVO: prevenzione dei danni da freddo

Si consiglia di eseguire entro sabato 24 febbraio un intervento con concimi fogliari a base di potassio, aumentando così facendo la concentrazione salina all’interno dei tessiti verdi della pianta.

In questo primo periodo dell’anno si sono registrate temperature che hanno superato la media stagionale determinando, soprattutto nelle località meglio esposte, un anticipo del risveglio vegetativo delle piante di olivo. La situazione climatica che è attualmente in evoluzione  è anomala al contrario: l’anticiclone delle Azzorre si sta spingendo molto a nord sull’ Atlantico, ben oltre il circolo polare, determinando la discesa di correnti via via più fredde dalle pianure sarmatiche della Russia. Tali correnti orientali generalmente rimangono confinate ad est degli Urali, tuttavia in determinate configurazioni bariche si riversano sull’ Europa determinando degli abbassamenti termici consistenti e repentini. Anche nella nostra regione per la prossima settimana si prevedono pertanto dei forti abbassamenti delle temperature. In considerazione di quanto detto per prevenire possibili danni da freddo si consiglia di eseguire entro sabato 24 febbraio un intervento con concimi fogliari a base di potassio, aumentando così facendo la  concentrazione salina all’interno dei tessiti verdi della pianta. I produttori biologici possono utilmente utilizzare i concimi a base di borlande, se autorizzati per tale tipo di agricoltura.

Agenzia regionale per lo sviluppo rurale - ersa 

Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica