Azioni sul documento

Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati

quarantasette prodotti

Aglio di Resia
n. 74 - L'Aglio di Resia si presenta generalmente di piccole dimensioni con peculiari caratteristiche organolettiche che si manifestano in odore e sapore accentuato.
Asparago bianco
n. 75 - La parte edule è rappresentata dal turione, completamente bianco, che è raccolto non appena emerge dalle prose di terreno.
Asparago verde in agrodolce
n. 76 - Gli asparagi verdi interi vengono conservati in vaso di vetro con acqua, aceto di vino, zucchero, sale e con aggiunta di spezie checonferiscono un caratteristico gusto ed aroma.
Blave di Mortean
n. 77 - Farina da polenta ottenuta da varietà autoctone di mais coltivato in terreni del comune di Mortegliano.
Castagna Canalutta
n. 79 - Castagna tardiva di piccola pezzatura dalle pregevoli caratteristiche organolettiche e dall'ottima conservabilità.
Castagna di Mezzomonte
Frutto pezzatura: medio-grossa (h =28,4 mm, l =35,1 mm, sp = 21 mm, peso medio = 11,6 g). Forma: tendenzialmente ellittica con apice poco appuntito e base arrotondata. Pericarpo: di colore marroncino-avana, percorso da striature più scure, evidenti, ma più distanziate rispetto al Marrone Striato. Cicatrice ilare: di medie dimensione (h = 11,3 mm, l = 23 mm). Seme: episperma: poco aderente, non penetra in profondità nel seme; solcature: rare; plurispermia: assente.
Castagna marrone di Vito d'Asio
Castagna dall'elevata pezzatura e dalla buona produttività, risulta indicata sia per il consumo fresco, sia per l'industria alimentare.
Castagna Obiacco
Castagna tardiva di grossa pezzatura, è caratterizzata da un colore rossiccio percorso da striature scure e risulta indicata per il consumo fresco o la produzione di marmellate.
Cavolo broccolo (di castelnovo del friuli, di orzano, di muez di remugnano)
n. 78 - Brassicacea a ciclo biennale largamente coltivata nella nostra regione fin dall'800.
Cavolo cappuccio di Collina di Forni Avoltri
n. 82 - Cavolo cappuccio di "Collina", Cjaputs, Chiaput.
Ciliegia Duracina di Tarcento, Duracina di Tarcento, Tarcentina, Tarčinka, Tarčentka, Tarcentuka
n. 83 - Ciliegia medio-piccola dalla colorazione rosso scuro caratterizzata da ottime caratteristiche qualitative e costante ed elevata produttività.
Cipolla rosa della Val Cosa, Cipolla rosa di Castelnovo del Friuli e Cavasso Nuovo
n. 84 - Cipolla dalla colorazione rosa accentuato, è particolarmente apprezzata per il sapore dolce e scarsamente piccante.
Craut garp
n. 85 - I crauti sono ottenuti mettendo "in concia" sotto sale o nell'aceto le foglie dei cavoli cappucci.
Fagioli borlotti di Carnia
I fagioli autoctoni conosciuti come “borlotti Carnia” presentano forma ovale o quasi tonda con screziature e/o striature dal rosso al violaceo, e si prestano ottimamente alla produzione di granella secca.
Fagiolo antico di San Quirino
n. 86 - Fagioli Antichi di San Quirino, Fazuòi De San Quarìn
Fagiolo borlotto di Pesariis, Borlotti 1
n. 88 - Varietà locale rampicante di buona produttività ed ottime caratteristiche culinarie, adatta per produzioni di granella fresca e secca.
Fagiolo Cesarins
n. 89 - Piccolo fagiolo rotondo e di colore uniforme verde-giallastro chiaro, ricorda nell'aspetto il pisello ed è particolarmente indicato per la produzione di granella secca.
Fagiolo "Dal Santisim", Da l'Aquile, Tricolore di Cavazzo
n. 90 - Antico fagiolo non molto produttivo, caratterizzato da semi portanti una caratteristica macchia in corrispondenza dell'ilo, presenta ottime caratteristiche nutrizionali e di utilizzazione, rendendosi valido sia per la produzione di granella fresca che secca.
Fagiolo dal Voglut, Plombin
n. 91 - Il fagiolo, caratterizzato da ilo scuro, si adatta sia alla produzione di granella verde che secca.
Fagiolo Laurons
n. 92 - Borlottino di piccole dimensioni, si adatta alla produzione di granella fresca e secca.
Fagiolo Militons, Militons 3
Varietà locale tra le più produttive, adatta per granella verde e secca, di buone caratteristiche culinarie.
Fagiolo rampicante Fiorina
Phaseolus vulgaris, Rah Fiorina
Fave di Sauris
n. 95 dell'elenco nazionale PAT Fave di Sauris, Poan
Fico Figo Mòro, Figo Moro, Figo moro, Figo Moro da Caneva, Longhet
E' un fico nero caratterizzato da forma molto allungato rispetto al comune e da polpa tenera, sapida e notevolmente più dolce rispetto alle altre specie note.
Jota (con particolare riguardo alla Jota triestina)
Minestra a base di fagioli, crauti e patate, aromatizzata con aglio, cumino, alloro e preparata secondo metodologie tradizionali
Lidric cul pòc
Appartenente alla famiglia delle composite, i tipi coltivati sono riconducibili, in massima parte, alla “Cicoria bionda di Trieste” od al “Grumolo biondo”.
Mais bianco perla friulano
n. 99 - Il Mais Bianco Perla Friulano è una varietà medio-tardiva, con durata del ciclo paragonabile a quella dei moderni ibridi di classe FAO 500/600, ovvero di circa 120 giorni, variabile in funzione delle caratteristiche pedoclimatiche della località di coltivazione e dell'epoca di semina.
Marrone Striato del Landre
Albero Vigore: medio. Portamento: eretto-espanso con chioma ombrelliforme. Corteccia del tronco: profondamente solcata longitudinalmente. Rami: internodi lunghi, corteccia liscia di colore verde scuro con fini costolature più pronunciate nel terzo distale del ramo; lenticelle piuttosto serrate e di dimensioni variabili; gemme di forma subconica e di colore verde-giallastro. Foglie: lanceolate, medio-grandi (l = 18 cm, l = 6,5 cm) con base a graffa, apice appuntito, margine seghettato, dentatura piuttosto serrata, con i rispettivi denti che si prolungano in un corto filamento; lembo ondulato, pagina superiore verde scura, mentre quella inferiore più chiara, con tomentosità ridotta e nervature molto evidenti; picciolo medio-corto. Epoca germogliamento: intermedia, I decade di maggio. Frutto Pezzatura: medio-grossa (h = 29,5 mm, l = 35,5 mm, sp = 22,9 mm, peso medio = 14 g), uno o due frutti per riccio, raramente tre. Forma: ellittico-rotonda, con apice appuntito e base arrotondata leggermente concava. Pericarpo: di colore marrone scuro con striature più scure e alquanto distanziate tra loro. Cicatrice ilare: di grandi dimensioni (h = 12,5 mm, l =23 mm) Seme: episperma: abbastanza spesso, aderente; solcature: penetrano nella massa cotiledonare; plurispermia: assente.
Mais da polenta
Il Mais è coltura della tradizione storica del Friuli. Il colore della granella del Mais da polenta si presenta con varie gradazioni di giallo e di rosso.
Mela Zeuka, Zeuka, Seuka
Varietà di melo autoctona con frutti dalla pezzatura media e forma asimmetrica. Presenta una discreta produttività.
Mais bianco perla friulano
Il Mais Bianco Perla Friulano è una varietà medio-tardiva, con durata del ciclo paragonabile a quella dei moderni ibridi di classe FAO 500/600, ovvero di circa 120 giorni, variabile in funzione delle caratteristiche pedoclimatiche della località di coltivazione e dell'epoca di semina. La pianta raggiunge un'altezza di 2,0-2,4 111 in condizioni di coltivazione tradizionale, ma può superare questi valori in funzione della fertilità del terreno, della concimazione azotata e dell'eventuale irrigazione. Ciascuna pianta porta una spiga, posizionata piuttosto alta; raramente si osservano due spighe complete sulla stessa pianta (ciò avviene principalmente quando la densità di piante per metro quadrato è piuttosto contenuta). Il fusto, piuttosto esile (a paragone dei moderni ibridi), talora ha un andamento leggermente a zig-zag fra i diversi internodi; per la scarsa robustezza del fusto e per l'i1npalcatura alta delle spighe, alla raccolta si osservano frequentemente piante spezzate o allettate. La spiga ha forma pressoché cilindrica (senza allargamento basale), con una lunghezza di circa 18-24 cm, con 12 (14) ranghi cli semi (cariossidi) (Fig. 1 e Fig. 2). Il seme è piuttosto grosso, cli colore bianco perlaceo, brillante, a frattura semivitrea (Fig. 3). Il tutolo è bianco.
Patate di Ribis e Godia
Tuberi grossi resistenti alla cottura sono consigliati per gnocchi, purea e minestre.
Patatis cojonariis, patatis di vidiel, cartufulis cojonariis, patate colonarie, patate topo.
I tuberi sono di piccole dimensioni con buccia sottile; utilizzati per la cottura di norma interi senza sbucciatura, si caratterizzano per il leggero sapore di nocciola.
Pera Pêr Martìn
n. 103 dell'elenco nazionale PAT Peruç di San Michêl, Pera Clôce, Pera Kloze, Pera Klotze (a seconda delle diverse aree della regione)
Pesca Iris rosso
Varietà di pesco caratterizzata da costanza di produzione, polpa soda, bianca, frutti medio-grossi, con buccia soffusa di rosso.
Pesca isontina, a-11, martinis a-11.
La pesca isontina deve la sua tradizionalità alla elevata diffusione, in particolare nell’Isontino, nel periodo compreso fra le due guerre.
Pesca triestina, h-6, martinis h-6
Questa varietà di pesco è coltivata da molti decenni in varie zone del Friuli Venezia Giulia ed è caratterizzata dalla polpa bianca variegata di rosso.
Pierçolade (sinonimi: Piarsolada, Persegada)
 
Radic di mont
Pianta di colore verde-bruno che nasce e vegeta in alta montagna, presenta germogli filiformi di gusto leggermente amarognolo.
Radicchio canarino
Si tratta di un particolare ecotipo di Cicoria della sottospecie sativa, selezionata negli anni dai contadini delle varie zone di Gorizia.
Radicchio rosa di Sacile
n. 110 - Radicio dea stala Radicchio a forma di rosa, di colore che va dal fuxsia al rosso rubino. si presenta sfuso in piccoli cespi con dimensioni che vanno dai 4 ai 7 cm.
Rapa di Verzegnis
Termini dialettali: Gnau, Raf. Nome scientifico: Brassica rapa subs. rapa
Ràti
Il ramolaccio o rafano è simile al ravanello, ma più grande e con sapore più intenso e piccante.
Rosa di Gorizia
Varietà locale di Cicoria tipica di varie zone di Gorizia dal colore dal colore rosso intenso o con variegature e sfumature che portano verso il rosa o rosso granato.
Savors
Miscela di ortaggi freschi triturati, salati e conservati in vasetti di vetro per insaporire le pietanze.
Vellutata di asparago verde
La vellutata di asparago verde è una crema ottenuta dalla cottura con erbe aromatiche e spezie di asparago e trattamento finale in passatrice.
Zucchino giallo di Sacile
n. 116 dell'elenco FVG PAT Suchet Zal

Area divulgativa
« novembre 2017 »
do lu ma me gi ve sa
1234
5678910 11
12 131415161718
19 2021222324 25
2627282930