Azioni sul documento

Sciroppo di tarassaco

Bevanda di consistenza sciropposa, per la densità si può avvicinare a quella del miele, chiamata anche Sirop di tala.

Categoria: bevande analcoliche, distillati e liquori

Territorio interessato alla produzione: Area della Carnia.



Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura

  1. Pulitura dei fiori.
  2. Bollitura dei fiori con il limone.
  3. Filtrazione.
  4. Bollitura con lo zucchero.
  5. Imbottigliamento a caldo.

Materiali, attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e il condizionamento

  • tini in plastica,
  • pentole/contenitori,
  • mestoli,
  • filtri in tela,
  • bottiglie di vetro,

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura

La preparazione e trasformazione di tarassaco avviene nei locali autorizzati dalle competenti autorità sanitarie locali, il prodotto finale viene generalmente conservato in un magazzino fresco.

Elementi comprovanti che le metodiche sono state praticate in maniera omogenea e secondo le regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni

Da sempre le popolazioni di montagna hanno raccolto, trasformato e conservato le piante spontanee raccolte da maggio ad ottobre, per ottenere prodotti idonei al consumo e all’integrazione alimentare durante le lunghe stagioni invernali.




Argomenti associati