Azioni sul documento

Erogazione dei Contributi

Trasferimento delle funzioni in materia di agricoltura dalle Province ai Comuni, con decorrenza 1 gennaio 2017.

DAL 1 GENNAIO 2017 >>

La Legge Regionale n. 20 del 9 dicembre 2016 "Soppressione delle Province del Friuli Venezia Giulia e modifiche alle leggi regionali 11/1988, 18/2005, 7/2008, 9/2009, 5/2012, 26/2014, 13/2015, 18/2015e 10/2016"

all'articolo 4, comma 1, lettera a), stabilisce quanto segue:

“... Sono trasferite ai Comuni, a decorrere dall'1 gennaio 2017, le seguenti funzioni esercitate dalle Province di cui all'articolo 2, comma 2:

a) funzioni in materia di agricoltura:
1) la concessione dei contributi per le fattorie didattiche di cui all'articolo 9, comma 2, lettera g), della Legge Regionale 27 novembre 2006, n. 24 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi agli Enti locali in materia di agricoltura, foreste, ambiente, energia, pianificazione territoriale e urbanistica, mobilità, trasporto pubblico locale, cultura, sport), a favore dei Comuni, delle scuole di ogni ordine e grado della Regione, dei Servizi sociali dei Comuni e degli altri soggetti ai sensi dell'articolo 23, comma 1, della Legge Regionale 4 giugno 2004, n. 18 (Riordinamento normativo dell'anno 2004 per il settore delle attività economiche e produttive);...”

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FINO AL 1 GENNAIO >>

(Art. 11 erogazione dei contributi 

1. Le Province erogano contributi, ai sensi della Legge Regionale 17/10/2007, n. 25, art. 23, e di cui all'art. 11 del Reg. n. 07/Pres. del 22.01.2010 fino ad un massimo dell’ottanta per cento delle spese ammissibili:

a) a favore dei Comuni e delle scuole di ogni ordine e grado della regione, al fine di sostenere le spese per il trasporto collettivo di scolari e studenti nelle fattorie didattiche inserite nell’elenco tenuto e reso pubblico dall’ERSA e di cui all’articolo 5, comma 2;

b) a favore dei Comuni per sostenere le attività organizzate e svolte nelle fattorie sociali, inserito nell’Elenco tenuto e reso pubblico dall’ERSA e di cui all’articolo 8, comma 2;

2. Le Amministrazioni provinciali provvedono a definire autonomamente le modalità per la presentazione delle domande e per la rendicontazione delle spese ed i criteri per la concessione dei contributi di cui al presente regolamento.

3. Le domande di cui al comma 1, lettera a), sono presentate in data antecedente a quella della visita alla Fattoria didattica e, comunque, entro il termine perentorio del 1° marzo dell’anno scolastico di riferimento, convenzionalmente fissato dal 1° settembre al 30 giugno. Per le domande presentate dai Comuni si deroga ai limiti temporali di cui sopra. )))