Azioni sul documento

Villa Rubini

Fattoria Rubini di Diletta Rubini
Via Strada di Spessa, 13

33043 CIVIDALE del Friuli UD

tel: cellulare: 392 9555589
e-mail: fattoriarubini@gmail.com; info@villarubini.it
sito web: www.villarubini.it

Tipologia: azienda agricola con produzione biologica

Settore produttivo: produzione biologica certificata: vitivinicoltura e olivicoltura

Conduttore: Diletta Rubini

Orario di vendita diretta: 09.00-18.00 da lunedì a sabato

Punto vendita: si

Offerte didattiche:
visita adatta ai bambini della scuola d'infanzia visita adatta agli alunni della scuola primaria visita adatta agli adulti sito con facilitazioni, servizi (D.M. n. 236/14.06.89) e/o attività per diversamente abili

Servizi aggiuntivi:
pranzo al sacco

legenda simboli...

Orario visita: da concordare

Costi: da concordare al momento della prenotazione a seconda del programma scelto

Ricettività: Prenotare la visita tramite telefono o mail.
Richiesta conferma scritta via mail.
Min.10 - max. 60 persone per visita.

Referente: Diletta Rubini

Posizione sul territorio:
territorio collinare

Periodo consigliato:
marzo - aprile - maggio - giugno - luglio - agosto - settembre - ottobre - novembre

Offerta territoriale: Il Bosco Romagno, parco naturale ricreativo e Cividale del Friuli, cittadina longobarda ricca di storia. Il paesaggio circostante è agricolo, prettamente viticolo, con piccole superfici coltivate a uliveto. Le colline, terrazzate a vigneto, procedendo verso la Slovenia (a circa 5 km), alzandosi l’altitudine, diventano grandi estensioni a bosco. Nelle vicinanze anche le Valli del Natisone ed i luoghi della Grande Guerra, Caporetto, Tolmino, il museo all'aperto del Kolovrat, le linee difensive sull'Isonzo.

La locazione dell'azienda immersa nel verde, senza centri abitati nelle vicinanze, è molto suggestiva ed è ideale anche per le lunghe passeggiate ed escursioni con mountain bike tra i vigneti ed i prati che la circondano.

 
Nella tranquillità e nella pace della campagna c’è spazio per concedersi del tempo a contatto con la Natura per la VENDEMMIA e la RACCOLTA DELLE OLIVE, e tante altre esperienze per grandi e piccini! Se vuoi rivivere la MAGIA di un luogo unico in cui ALBERI SECOLARI ti raccontino storie di ELFI, FOLLETTI, STREGHE E MAGHI, concediti l’occasione di una visita nel PARCO INCANTATO: un’atmosfera POETICA ti accompagnerà alla scoperta delle tradizioni delle nostre Terre...
 
I nostri percorsi didattici sono rivolti alle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado, ma vengono sempre inserite anche attività destinate a bimbi piccoli in età da nido.
 
La proposta didattica si articola nei seguenti percorsi didattici:
 

IL PARCO INCANTATO: Il parco incantato è un percorso didattico in un’ambientazione magica dove verranno raccontate le storie di elfi, folletti, gnomi, streghe, fate, orchi, giganti… tutti quanti protagonisti della tradizione popolare friulana. E quindi avremo gli sbilfs, le strie, lis aganis, le krivapete, il lintver, il mazzarot di bosc, la pavar, il bergul, il gjan…. che abitando nel secolare parco della Villa, ci faranno conoscere le loro storie, e con loro anche le storie della nostra tradizione popolare friulana, evitando che vada persa. Difficilmente non ne rimarremo La locazione dell’azienda immersa nel verde, senza centri abitati nelle vicinanze, e molto suggestiva ed e ideale anche per lunghe passeggiate ed escursioni con mountain bike tra i vigneti ed i prati che la circondano.

 

I GIOCHI DI MENEGHETTO >> impareremo alcuni giochi tradizionali del Friuli, molti dei quali ormai sconosciuti, ma che i nostri “nonni dei nonni” facevano, quando anche loro erano bambini… Infatti nelle soffitte di Villa Rubini sono ancora visibili i disegni a carboncino di Meneghetto, mio bisnonno, datati 8 novembre 1868... Aveva 4 anni e proprio nel parco giocava con i fratelli assieme agli amici. Ora sempre qui sotto gli stessi alberi ci ritroveremo a giocare noi... Fra i tanti giochi che potremo fare ci sono i grandi classici del passato come per esempio il tiro alla fune, mosca cieca, ruba bandiera, il gioco delle mosse, scoppia il palloncino, la corsa a tre gambe, il gioco dei cerchi, aria al lenzuolo, il girotondo, il tiro ai barattoli o del cerchi nei bastoni e tanti altri... 

 

LA VENDEMMIA (settembre/ottobre) >> ci incammineremo con i secchi in mano pronti per raccogliere l’uva e ci troveremo immersi nei vigneti di Spessa. Con le piccole forbici raccoglieremo I grappoli e con delicatezza li poggeremo nei secchi. Quando saranno pieni (ma non troppo altrimenti… quanto peseranno!) rientreremo in cantina, soddisfatti del lavoro fatto. Qui ci aspetteranno grandi tini che riempiremo dell’uva raccolta e togliendoci scarpe e calzetti vi entreremo a piedi nudi (ricordandoci di tirare ben su’ i calzoni altrimenti li sporcheremo tutti di succo d’uva!!). Che divertente pigiare l’uva con i piedi, proprio come facevano una volta… Il pigiato che otterremo, con l’aiuto di una paletta lo travaseremo nel torchio, da dove poi uscità il nostro succo d’uva… dolce e delizioso. Ma il nostro succo diventerà poi mosto ed infine vino per magia? Questo lo scopriremo solo visitando la cantina… 

 

LA RACCOLTA DELLE OLIVE (fine ottobre/novembre) >> Siamo tra ottobre e novembre e l’aria è fresca e autunnale, il tempo ideale per la raccolta delle olive. Dovremo camminare un pochino attraverso la campagna e goderci i paesaggi con i vigneti dalle foglie gialle, rosse e con sfumature violacee, tipiche dell’autunno. Finalmente arriveremo all’uliveto dove troveremo le grandi reti da poggiare a terra sotto gli ulivi, sulle quali faremo cadere le nostre olive mature. Ci muniremo di rastrellini con il manico lungo e pettinando i rami con delicatezza faremo cadere le olive sulle reti. Quando tutto l’albero resterà senza olive, facendo attenzione a non calpestarle, le metteremo con cura dalle reti che arrotoleremo, alle cassette, pronte per essere pesate. E cosa useremo per pesarle? Ma la vecchia bilancia agricola ovviamente… il decimal. Le cassette saranno poi caricate sul furgone per essere portate in frantoio, (non lo abbiamo in azienda) dove dopo il processo di molitura si otterrà quel magnifico e prezioso prodotto che è l’olio extravergine d’oliva.
Le singole attività sono anche rivolte alle famiglie ed a chi desidera scoprire con noi i segreti del parco incantato, dei giochi di un tempo e delle raccolte autunnali dell'uva e delle olive. 

 
Le iniziative della fattoria didattica si possono organizzare anche il sabato e la domenica e comunque durante tutto il corso dell’anno.

 


Area divulgativa
« aprile 2018 »
do lu ma me gi ve sa
1234567
891011121314
15 16 17 18 192021
22232425262728
2930