Avvisi-Comunicazioni

rinviata ProWein 2022 nuova data: dal 15 al 17 maggio 2022

Riapre finalmente i battenti, dopo due anni di stop forzato, ProWein - Fiera Internazionale dei Vini e Liquori: dal 15 al 17 maggio 2022 presso il quartiere fieristico di Düsseldorf, il mondo del vino tornerà ad incontrarsi in presenza, con tutte le misure necessarie per lo svolgimento di una grande fiera internazionale in sicurezza.

Proprio al fine di garantire la sicurezza in presenza, l’organizzatore della manifestazione Messe Düsseldorf ha messo a punto il documento Hygiene- und Infektionsschutzkonzept, contenente le prescrizioni da considerare per l’organizzazione di tutti gli spazi interni al quartiere fieristico con conseguente rivisitazione del layout complessivo dei padiglioni e degli stand espositivi.

Nello specifico, la prescrizione relativa alla superficie minima da garantire ad ogni singolo espositore pari a 6 mq con contemporaneo distanziamento permanente tra operatori di almeno 1,5 metri quali condizioni obbligatorie per la progettazione degli stand, ha reso necessaria una riprogettazione del layout anche dello stand collettivo regionale organizzato e coordinato dall’ERSA: l’area espositiva di 336 mq assegnata all’Agenzia nel Padiglione 15 (Stand 15C71) potrà ospitare un numero massimo di 48 aziende.

Le 48 aziende che entreranno a far parte della collettiva FVG verranno selezionate  mediante il ricorso a sistemi casuali di sorteggio sulle risultanze della selezione pubblica già operata dall’Ersa per l’Edizione 2020 della manifestazione: l’universo di rilevazione per la formazione del campione è costituito pertanto dall’insieme delle 103 aziende risultate idonee per la collettiva promossa da Ersa per ProWein 2020.

Altra sostanziale novità: l’Ersa intende sostenere la partecipazione delle aziende alla manifestazione mediante le opportunità offerte dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013, prorogato a seguito della epidemia da Covid-19 fino al 31.12.2023 con Regolamento (UE) 2020/972 della Commissione del 2 luglio 2020, ovverossia gli aiuti «de minimis», intervenendo con un sostegno a favore delle aziende co-espositrici pari al 100% dei costi sostenuti dall’Ersa e imputabili alle singole aziende. L’aiuto «de minimis», sarà pertanto erogato in natura sotto forma di servizio agevolato senza pagamenti diretti in danaro. La concessione dell’aiuto verrà registrata nel Registro Nazionale Aiuti (RNA).

Per approfondire la procedura adottata per la selezione delle aziende e per l’assegnazione delle 48 postazioni disponibili, si rimanda al Decreto del Direttore generale n. 105 di data 28.11.2021