Avvisi-Comunicazioni

Webinar in occasione della "Giornata nazionale della Biodiversità di interesse agricolo e alimentare". Ersa ha organizzato un incontro tecnico, volto a illustrare i progetti realizzati, nell'ambito della castanicoltura e della tutela e valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo ed alimentare in Friuli Venezia Giulia. Nel dettaglio vengono divulgati i risultati delle azioni di recupero e moltiplicazione delle varietà locali di castagno (Progetti CJASTINARS e CJASTINARS 2.0 finanziati dal Mipaaf), la caratterizzazione e valorizzazione di varietà autoctone di mais a libera impollinazione e di noce.

 

PRESENTAZIONI DELL'INCONTRO BIODIVERSITA' 2021

Il progetto CJASTINARS 2.0

dott. Michele Fabro - Sperimentazione ERSA

Progetto CJASTINARS recupero di esemplari secolari di castagno in Friuli Venezia Giulia

dott. Rosario Raso - Sperimentazione ERSA

Caratterizzare per valorizzare il germoplasma autoctono: Noce e mais da polenta

Dott. Luca Poggetti - Sperimentazione ERSA

Caratterizzazione e valorizzazione di fruttiferi autoctoni

Guido Cipriani Dipartimento di Scienze Agroalimentari , Ambientali e Animali università di Udine

 

E' possibile rivedere il convegno cliccando sul link sottostante.

 

Riproduci registrazione 

Password: fM3Et2nm

 

 INTERVENTI: 

-prof. Pietro Zandigiacomo (Di4A- Università di Udine, responsabile scientifico della Banca del Germoplasma- BaGAV): La biodiversità agricola e coltivata del Friuli Venezia Giulia.
-prof. Guido Cipriani (Di4A- Università di Udine): Caratterizzazione e valorizzazione di fruttiferi autoctoni;
-dott. Michele Fabro (Tecnico Servizio Sperimentazione - ERSA): Il progetto CJASTINARS 2.0;
-dott. Rosario Raso (Tecnico Servizio Sperimentazione - ERSA): Progetto CJASTINARS relativo alle potature delle cultivar autoctone di castagno;
-dott. Luca Poggetti (ERSA): Caratterizzazione mais e noce autoctoni;
ERSA FVG informa Università degli Studi di Udine #biodiversita #AgricolturaFvg